Vitamine Antiossidanti Contro lInfarto


Le vitamine antiossidanti sono tre tipi di molecole abbastanza eterogenee, sia per le caratteristiche chimico-fisiche, sia per le fonti alimentari che le contengono.

Le Vitamina A e β-carotene

  • Vitamina C
  • Vitamina E
  • Vitamine antiossidanti idrosolubili

    Vitamina C


    L'unica vitamina acido L-ascorbico. Questa vitamina ha la capacita di ossidarsi in acido deidroascorbico e di ridursi in maniera reversibile; interviene in numerose funzioni di idrossilazione, favorisce la riduzione dell'acido folico e promuove l'assorbimento del ferro per riduzione del Fe3+ a Fe2+. Per quel che concerne la sua attivita antiossidante, la vitamina C partecipa ai processi di difesa cellulare CONBATTENDO I RADICALI LIBERI dell'ossigeno donando un elettrone al tocoferil-radicale; in tal modo, la vitamina C ripristina l'attivita antiradicalica di un'altra vitamina antiossidante: la vitamina E o tocoferolo.
    La vitamina C assunta con l'alimentazione viene assorbita quasi tutta, mentre ad alti dosaggi quasi l'85% rimane nelle feci.
    La carenza di vitamina C era un frutta e verdure fresche da consumare nei lunghi viaggi per mare, sviluppavano lo scorbuto. Oggi, fortunatamente la carenza di vitamina C non raggiunge piu livelli simili anche se non e raro che l'alimentazione ne sia un po' carente (soprattutto nella popolazione di terza eta - circa il 9% degli anziani); l'eccesso di vitamina C non e salutare ma dosi fino a 10g/die sembrano sicure.
    La vitamina C e contenuta negli alimenti di origine vegetale (agrumi, kiwi, peperoni, ortaggi a foglia verde) FRESCHI; al contrario, la perdita di vitamina C e proporzionale al tempo di conservazione, al lavaggio (per diluizione) alla cottura, alla luce e all'ossidazione.
    La razione raccomandata di vit. C per l'adulto non deve essere fumatori ne hanno una maggior necessita (circa +30mg), cosi come le gravide (+10mg) e le nutrici (+30mg).

    Vitamine antiossidanti liposolubili

    Vitamina A e β-carotene

    La vitamina A o retinolo e il β-carotene hanno le stesse funzioni vitaminiche, anche se per ogni unita di retinolo ne corrispondono sei di β-carotene (e molte di piu per le altre 500-600 specie di carotenoidi). Il retinolo, presente negli alimenti animali, viene immagazzinato in buone quantita nel fegato che (in caso di bisogno) lo libera in circolo (quantita 20mg/dl nel pigmenti che si trovano prevalentemente negli ortaggi e nella frutta.
    La vitamina A e essenziale per la differenziazione cellulare (anche del sistema immunitario), ma la reale carenza di vitamina A e β-carotene e strettamente correlata a disturbi della vista (cecita crepuscolare) ed elevata incidenza di tumori dovuti allo stress ossidativo; la retinolo equivalenti (RE) nei bambini a 900 RE nelle nutrici.
    NB. R.E. = 1 mg di retinolo = 6 mg di β-carotene = 12 mg di altri carotenoidi attivi.

    Vitamina E

    La vitamina E comprende diverse forme di tocoferoli: α, β, γ e δ tocoferolo, anche se il piu attivo e l'α- tocoferolo; la vitamina E e assorbita nell'intestino tenue, anche grazie all'azione degli acidi biliari, fino al 20-40% del totale ingerito. Nel sangue, la vitamina E si muove vincolata alle lipoproteine di trasporto e i depositi piu ricchi dell'organismo sono costituiti del tessuto adiposo.
    L'azione antiossidante della vitamina E consiste nel blocco della degenerazione degli acidi grassi polinsaturi (PUFA), compresi quelli essenziali (AGE), attivata dei radicali liberi perossilipidici; questa azione-SCHERMANTE rappresenta una delle maggiori difese che l'organismo possiede contro lo stress degli AGE contenuti nei fosfolipidi di membrana cellulare (per lo stesso motivo, i tocoferoli vengono frequentemente utilizzati come additivo antiossidante negli oli vegetali ricchi di acidi grassi PUFA).
    La carenza da vitamina E e quasi sconosciuta e non si manifesta in individui normali, mentre all'eccesso farmacologico (2000mg/die) sono riconducibili solo disturbi intestinali.
    La vitamina E e contenuta nei lipidi di origine vegetale; ne sono ricchi i semi e tutta la frutta secca, alcuni cereali, il germe di grano, la frutta e la verdura fresche, la soia e le alcaloidi, ferro e rame. Per questo motivo sarebbe opportuno introdurre con la dieta almeno 0,4mg di tocoferolo equivalenti (TE) ogni grammo di PUFA assunto con la dieta; ad es. su una dieta da 2000kcal e relativi 5,5-5,6g di PUFA, occorrerebbero circa 2,2-2,3mg/die di vitamina E.

    A-C-E contro l'infarto

    La ricerca scientifica ha ormai ampiamente dimostrato che la carenza di selenio) favorisce l'esordio di eventi infausti a carico del sistema cardio-circolatorio. Tuttavia, se e vero che la carenza di antiossidanti predispone alla patologia ischemica del cuore, e altrettanto vero che un'alimentazione ricca di vitamine A-C-E si rivela protettiva dall'infarto miocardico e dall'aterogenesi in generale.
    Analizzando l'importanza degli antiossidanti nella dieta e emerso che esiste una relazione inversa tra livelli plasmatici di vitamine antiossidanti e MORTALITA' per cardiopatia ischemica, nonche una relazione inversa tra il consumo di frutta FRESCA e VEGETALI ricchi di vitamine antiossidanti e MORTALITA' cardiovascolare; inoltre, si sospetta anche una correlazione tra bassi livelli di vitamina E e presenza di angina pectoris (dolore cardiaco).
    Cio si traduce semplicemente in una funzione PROTETTIVA delle vitamine antiossidanti (e in particolare della vitamina E) sulle patologie aterosclerotiche.
    Non e tutto! I tocoferoli sembrano anche ostacolare l'ossidazione delle lipoproteine di trasporto conservandone l'integrita e l'efficienza, quindi anche la naturale captazione da parte dei recettori epatici e periferici, prevenendone il deposito interstiziale quale innesco dell'aterogenesi.

    Attenzione! Il supplemento di vitamina E puo essere controindicato nei pazienti in cura ANTICOAGULANTE.