Sostitutivi del pasto Pasti Sostitutivi


I sostitutivi del pasto, o pasti sostitutivi, sono integratori alimentari che, in alcuni casi, vantano caratteristiche fisiche e chimiche molto simili a quelle degli alimenti dietetici; i sostitutivi del pasto sono stati coniati per favorire il dimagrimento pur ottemperando parzialmente ai monodose, i sostitutivi del pasto risultano particolarmente comodi da utilizzare; i punti di forza di questi prodotti sono: l'elevata conservabilita, la comoda trasportabilita e la rapidita di consumo. I relativi difetti invece riguardano: la NON specificita degli apporti energetici e nutrizionali, la diseducazione alimentare, la carenza di microelementi secondari e di componenti nutraceutiche.

I sostitutivi del pasto sono reperibili sotto forma di: polveri, soluzioni, barrette, biscotti e snack.

Quando e come utilizzare i sostitutivi del pasto

I sostitutivi del pasto possono essere consumati in alternativa ad 1 dei 3 pasti principali: colazione, pranzo o cena. Essi forniscono, in media, 1/3 degli apporti di sali minerali e dieta da 1800kcal, anche se (ovviamente) cio non garantisce la copertura delle necessita specifiche; ad esempio: ferro per le donne fertili, acido folico per le donne gravide, calcio per i soggetti in accrescimento, calcio per le nutrici, calcio per gli anziani ecc.
Dunque, i sostitutivi del pasto costituiscono l'alternativa rapida e disimpegnativa al piacere/necessita di alimentarsi; ricordiamo che questi prodotti forniscono una quota di energia e nutrienti STANDARDIZZATA, la quale: se va bene per un soggetto, non puo andar bene anche per un altro! Si tratta dell'aspetto saliente da tenere in considerazione PRIMA di cimentarsi nel loro utilizzo poiche, a causa di questo inconveniente, i sostitutivi del pasto NON possono rimpiazzare piu di 1 dei 3 pasti principali al di.
In definitiva, i sostitutivi del pasto potrebbero essere una scelta idonea SOLO nel caso in cui si manifesti la necessita di alimentarsi frugalmente; dal canto mio, ritengo che l'applicazione sia consigliabile principalmente a cena, qualora le altre alternative ai sostitutivi del pasto siano il digiuno o il junk-food della ristorazione veloce.

I sostitutivi del pasto fanno dimagrire?


I commercianti che trattano i sostitutivi del pasto si avvalgono spesso di alcuni studi pubblicati a favore dei loro prodotti, nei quali si constata che l'inserimento di questi integratori alimentari nella dieta puo favorire la riduzione del peso corporeo in eccesso. Tutto chiaro e condivisibile; se (per esempio) venisse sostituita una cena di 800kcal con un frullato da 100 o 200kcal, a lungo termine, l'effetto sarebbe indubbiamente quello dimagrante.
D'altro canto, invito i lettori ad utilizzare una nuova chiave di lettura, quale atteggiamento essenziale per una maggiore consapevolezza dell'argomento; l'obbiettivo e quello di valutare in maniera CONCRETA la pertinenza dei sostitutivi del pasto (o di qualunque altro integratore) all'interno del proprio regime alimentare:


Se invece del sostitutivo del pasto venissero consumate 1 o 2 mele, aventi pressappoco lo stesso alimenti facilmente trasportabili come: un frutto, una fetta di pane, un po' di frutta secca e disidratata... risparmiando una notevole quantita di denaro?


Sostitutivi del pasto: tanto fumo (negli occhi)... e poco diete ipocaloriche il dimagrimento sarebbe COMUNQUE garantito ed il merito della buona riuscita di un programma di riduzione ponderale non e quindi imputabile ai sostitutivi del pasto.

Uno sportivo potrebbe utilizzare con successo i sostitutivi del pasto?

Concludendo, credo sia doveroso rammentare come i fabbisogni nutrizionali, quindi la dieta, di un sedentario NON siano ASSOLUTAMENTE paragonabili a quelli di uno sportivo o ancor meno di un atleta; per questi ultimi, sostituire i pasti con barrette o frullati potrebbe compromettere sia lo stato di salute che la performance sportiva, vanificando il lavoro di preparazione svolto in campo o in palestra.