Silicio Nutrizione


Il silicio (Si) e un minerale, simile al carbonio, le cui funzioni e caratteristiche rappresentano una scoperta piuttosto recente. Le evidenze scientifiche di alcuni gruppi di studio hanno portato alla luce l'importanza fondamentale del silicio nella formazione dei mucopolisaccaridi costituenti il collagene, una ossa, nella cartilagine articolare e nei tessuti connettivi.

L'azione del silicio sull'ossificazione e (al contrario di altri oligoelementi essenziali) del tutto indipendente dalla vitamina D, e la mineralizzazione dello scheletro e direttamente proporzionale al tenore di silicio nella dieta. Il silicio sembra essere anche un costituente della prolinaidrossilasi (enzima anch'esso indispensabile per la biosintesi del collagene e dell'osso), dei glicosamminoglicani e dei poliurammidi, e riveste un ruolo preponderante anche nel metabolismo dei mitocondri e degli osteoblasti; recentemente e stato ipotizzato che il silicio svolga un ruolo protettivo nei confronti delle cardiovasculopatie.
Il processo di assorbimento intestinale del silicio non e chiaro e, molto probabilmente, dipende dala forma chimica al momento dell'assunzione alimentare; esso viene espulso sotto forma di ortosilicato soprattutto a livello urinario.
L'importanza nutrizionale del silicio e ancora piuttosto oscura, tuttavia, in base agli esiti delle sperimentali condotte, molti ricercatori lo considerano gia un nutriente essenziale. Le fonti alimentari del silicio sono molte, ma e possibile trovarne buone quantita sotto forma di acido silicico soprattutto nei cereali e nei prodotti ortofrutticoli.
Non sono disponibili studi approfonditi sulle dosi raccomandate di silicio, ma e ipotizzabile che 20-30mg/die possano prevenire efficacemente i sintomi da carenza, ovvero: debolezza dei tessuti connettivi, paradontosi, carie e Silicio ed Integratori di Silicio