Pasti Sostitutivi


Cosa sono i pasti sostitutivi?

I pasti sostitutivi sono integratori alimentari (generalmente sottoforma di polvere solubile) che nascono nel tentativo di rimpiazzare un pasto PRINCIPALE giornaliero a base di alimenti solidi. I pasti sostitutivi:

  • Limitano l'apporto energetico (derivante da lipidi e glucidi)
  • Garantiscono l'introito nutrizionale di sali minerali
  • Possiedono tutti i vantaggi di un prodotto altamente conservabile e rapidamente preparabile.

I pasti sostitutivi sono indicati (dai loro produttori!) nel tessuto adiposo in eccesso.
I requisiti necessari al dimagrimento consumando i pasti sostitutivi sono due:

  • Sostituzione di uno dei due pasti principali (pranzo o cena) e non degli spuntini o della colazione
  • Strutturazione di un'alimentazione MODERATA (???).

Come funzionano i pasti sostitutivi?


I pasti sostitutivi si avvalgono di ingredienti Mucillagini e

  • Fibre alimentari di vario genere (come farina di carrube, gomma guar, gomma arabica, gomma tara, Gomma di xanthano...)
  • Contenendo mucillagini e stomaco.
    ATTENZIONE! In tal caso e opportuno riferirsi esclusivamente alla pienezza e NON alla assorbimento dei nutrienti.

    Concludendo, in relazione al proprio volume iniziale, i pasti sostitutivi stimolano efficacemente la pienezza gastrica che - pur rientrando tra le componenti necessarie alla sazieta - di per se non ha una durata sufficiente a coprire il lasso di tempo tra il pasto sostitutivo e il successivo pasto solido normale (circa 3 ore).

    Quando si devono, o si possono, consumare i pasti sostitutivi?

    I pasti sostitutivi rappresentano un compromesso accettabile nell'alimentazione ipocalorica del soggetto in obeso che, avendo uno stile di vita disordinato e difficilmente gestibile (o essendo incapace di organizzare la propria dieta), segue un regime dietetico controllato.
    D'altro canto, ritengo opportuno specificare che: consumare pasti sostitutivi rappresenta un'abitudine alimentare SCORRETTA giustificabile solo da una TERAPIA dimagrante a fini curativi (obesita, sindrome metabolica, diabete, ipertensione, dislipidemie ecc.) e che NON deve ASSOLUTAMENTE essere trasmessa ai soggetti giovani o in accrescimento; il genitore in terapia, seppur con fatica, e tenuto a rispettare la gestione dei pasti ordinari per consolidare l'educazione alimentare della prole.

    Benefici e controversie dei pasti sostitutivi

    I benefici nel consumo dei pasti sostitutivi sono:

    • Ottimizzazione del calo ponderale nella dieta ipocalorica
    • Apporto notevole di amminoacidi essenziali, nonostante alcuni pasti sostitutivi contengano SOLO INTOLLERANZE alimentari (lattosio e glutine)... ma non tutte le marche
    • Aumento delle proteine nelle diete sbilanciate (come quelle vegane)
    • carboidrati nelle diete sbilanciate (come quelle peso corporeo senza l'inserimento dei pasti sostitutivi; pertanto non e facile distinguere quanto i pasti sostitutivi contribuiscano realmente al dimagrimento complessivo
    • La capacita riempitiva (e non di sazieta) dei pasti sostitutivi e piu limitata di quel che si possa credere; inoltre, a consumarli sono persone che si caratterizzano per una capacita gastrica piuttosto ampia, il che SPESSO li induce ad assumerne dosi piu abbondanti di quelle consigliate, vanificando parzialmente i risultati auspicabili
    • Il consumo dei pasti sostitutivi e assolutamente diseducativo per l'adulto e ancor piu per il bambino o l'adolescente che, tra le varie capacita da apprendere in fase di sviluppo, DEVE maturare anche la corretta gestione della propria alimentazione senza ricorrere agli integratori alimentari.