Cicoria


Generalita sulla cicoria

Il termine generico cicoria identifica un gruppo di piante erbacee appartenenti alla Famiglia delle Asteraceae ed al Genere Cichorium.

Nel linguaggio comune, la specie che si e soliti associare al termine cicoria e la Cichorium intybus L., meglio conosciuta come catalogna o cicoria comune; tuttavia, questa non e certo l'unica specie del Genere Cichorium sfruttata nell'alimentazione umana (pensiamo ad esempio alla C. endivia tra cui si ricordano la var. latifolium o scarola e la var. crispum o indivia belga). Inoltre, della Cichorium intybus se ne distinguono numerose varieta e sottospecie (spontanee o selezionate), anche molto differenti tra loro dal punto di vista morfologico (le foglie differiscono sensibilmente per forma, dimensioni e colore); tra queste citiamo i gruppi di cicorie da foglia e cicorie da radice.

Cenni di coltivazione della cicoria


La cicoria predilige terreni fertii, profondi, freschi e ben lavorati; il letto di semina per le cicorie a foglie verdi dev'essere preparato in primavera, mentre quello per i radicchi tra fine maggio e luglio. Molto efficace il trapianto delle piantine nate e sviluppate in vivaio, purche riposte ad una distanza di 20-25cm l'una dall'altra. L'irrigazione della cicoria dovrebbe essere svolta senza bagnare le foglie. La raccolta andrebbe eseguita al raggiungimento delle dimensioni in base alla varieta.

Varieta di cicoria

Cicorie da foglia

  • Cicorie a foglie verdi: varieta da consumo fresco caratterizzate da foglie ampie piu o meno involucrate; in questo gruppo si ricordano la cicoria Pan di zucchero casalese, la cicoria Selvatica da campo, la cicoria Spadona da taglio, la cicoria Zuccherina di Trieste e la cicoria Bionda da taglio.
  • Cicorie a foglie colorate: varieta invernali universalmente conosciute come radicchio rosso; vengono utilizzate principalmente fresche in insalata. Tra esse si ricordano il Radicchio rosso di Chioggia, il Radicchio rosso di Treviso (precoce e tardivo), il Radicchio rosso di Verona, il Radicchio variegato di Castelfranco ed il Radicchio Rosso di Lusia.
  • Cicorie da foglie e steli: varieta da cuocere o catalogne; si hanno varieta a foglie liscie e strette (cicoria Pugliese o Brindisina), a foglie frastagliate (cicoria Abruzzese), a foglie larghe e intere (cicoria di Chioggia) e a cespo compatto con germogli bianchi e croccanti (cicoria Galatina).

Cicorie da radice (o a radici grosse)

  • ricordiamo la radice di Chiavari o Genovese, la Cicoria da Radice (utilizzata per preparare surrogati del caffe), la Cicoria di Soncino (Scorzamare), la Cicoria di Magdeburgo e la Cicoria Cicoria catalogna - cicoria asparago) e cicoria da taglio.

    Caratteristiche nutrizionali delle cicorie

    Le cicorie sono quindi piante erbacee dal gusto piu o meno amarognolo che, dal punto di vista gastronomico, possono essere consumate crude o cotte. Possiedono tutte un ottimo minerale, di digeribili e che necessitano porzioni superiori) hanno un effetto piu intenso sulla modulazione dell'assorbimento e sulla peristalsi intestinale.

    Le applicazioni erboristiche e le proprieta fitoterapiche della cicoria sono elencate in energetico degli alimenti per 100g di parte edibile Cicoria da taglio, coltivata Cicoria da campo, cruda Cicoria da campo, bollita Parte edibile 89,0% 80,0% 100,0% Acqua 95,0g 93,4g 93,4g Lipidi TOT 0,1g 0,2g 0,2g Ac. grassi saturi - g - g - g Ac. grassi monoinsaturi - g - g - g Ac. grassi polinsaturi - g - g - g Carboidrati TOT 1,7g 0,7g 0,7g Amido/Zuccheri solubili 1,7g 0,7g 0,7g Energia 12,0kcal 10,0kcal 10,0kcal Ferro 1,5mg 0,7mg - mg Calcio 150,0mg - mg Fosforo 26,0mg 31,0mg - mg Tiamina 0,03mg 0,03mg - mg Riboflavina 0,08mg 0,19mg - mg Niacina 0,3mg 0,3mg - mg Vitamina A 267,0µg 219,0µg 300,0µg Vitamina C 8,0mg 17,0mg 8,0mg Vitamina E - mg - mg - mg