Amaranto


L'amaranto e uno dei cereali* piu antichi dell'umanita; alcuni reperti archeologici delle popolazioni tribali del centro America testimoniano che l'amaranto, assieme al mais, ha costituito una fonte alimentare primaria per la sopravvivenza di questi popoli. L'amaranto era venerato, in quanto le popolazioni che ne facevano uso gli attribuivano origini e poteri magici. Forse anche per questo motivo (ma principalmente per sradicarne la cultura e la religione), i coloni spagnoli imposero ai ceppi etnici conquistati il divieto assoluto di coltivazione dell'amaranto.

In seguito allo sterminio delle popolazioni indigene dell'America centrale si perse quasi completamente l'attitudine alla coltivazione dell'amaranto; ad oggi, il suo consumo e limitato ad una cerchia ristretta di naturisti, rimanendo sconosciuto alla maggior parte dei consumatori.
La composizione nutrizionale dell'amaranto lo distingue dagli altri cereali per il rilevante valore biologico delle aminoacido lisina. Inoltre, il potenziale di digeribilita, assorbimento e metabolizzazione dei suoi polipeptidi determina un'elevatissima efficacia funzionale-strutturale degli amminoacidi contenuti; a tal proposito, e stato stimato che il 75% delle proteine introdotte con l'amaranto favoriscono l'up-take relativo ai tessuti umani.
L'elevato apporto di microelementi quali calcio, ferro e fosforo contribuisce ad elevare la qualita alimentare di questo cereale; 100g di amaranto riescono a raggiungere il 33% del fabbisogno di calcio per una donna in menopausa ed il 63% del fabbisogno di ferro per una donna gravida; ovviamente, la stima non tiene in considerazione la reale biodisponibilita di calcio e ferro contenuti nell'amaranto.