Albicocche


Generalita sulle albicocche

Le albicocche sono frutti estivi ricchi di vitamina A e vitamina C. Sotto il profilo botanico, si tratta delle drupe dell'albicocco, una pianta appartenente alla Famiglia delle Rosaceae, Genere Prunus, Specie P. armeniaca; la nomenclatura binomiale dell'albicocco e quindi Prunus armeniaca.

Le albicocche sono presenti in Europa da diversi millenni, grazie all'importazione dei legionari Romani e, successivamente, agli scambi commerciali con l'oriente (svolti principalmente dagli arabi, che diedero il nome al frutto); le origini sono quindi asiatiche e, con tutta probabilita, tipicamente cinesi (sebbene il termine armeniaca derivi da Armenia, ovvero il territorio sul quale venne scoperta inizialmente).
L'albero delle albicocche puo raggiungere dimensioni ragguardevoli, ma in coltivazione ne viene moderata la crescita per facilitare la raccolta dei frutti. Si tratta di una pianta caduca, con foglie verdi, cuneiformi e marginalmente seghettate; i fiori (che sbocciano in primavera, prima della fogliazione) hanno petali di colore bianco-rosato. I frutti sono gialli o arancioni, a volte sfumati in rosso, e vellutati da una peluria sottilissima; raggiungono dimensioni inferiori rispetto alle ciliegie (appartenenti allo stesso Genere).
NB. I frutteti di albicocche sono tra i piu delicati dell'intera categoria. Queste piante, che sopportano bene il freddo ma prediligono climi temperati e tendenzialmente asciutti, manifestano una fioritura e una produzione del frutto precoci rispetto agli altri alberi del Genere Prunus; tali caratteristiche le rendono vulnerabili agli sbalzi termici primaverili e soprattutto alle gelate. Inoltre, le stagioni particolarmente piovose o aride ne compromettono l'immunita verso muffe, virus e batteri.

Le albicocche presenti sul mercato appartengono a diverse varieta botaniche, le piu conosciute sono: albicocche Pindos, albicocche Diavole, albicocche Preole, albicocche reali di Imola, Albicocche Valleggina, albicocche Amabile Vecchioni e albicocche Thyrintos.
Le albicocche fresche e frutta nel primo periodo estivo, anche se sono presenti tutto l'anno in forma conservata: gelatina di albicocche e succhi di frutta all'albicocca. In particolare, la gelatina rappresenta un ingrediente molto diffuso nella pasticceria centro-nord europea, mentre la mandorla di albicocche, come quella della acido cianidrico, una molecola potenzialmente nociva anche a piccole dosi).

Caratteristiche nutrizionali delle albicocche


Le albicocche fresche sono frutti ricchi di sali minerali e elettroliti spicca in prevalenza il retinolo equivalenti (vitamina A sotto forma di β-carotene) e vitamina C.
Le albicocche sciroppate sono cotte, pertanto non contengono la stessa concentrazione di vitamina C del frutto fresco; inoltre, essendo immerse nello sciroppo, apportano quantita di zuccheri semplici e calorie totali decisamente piu elevate rispetto alla materia prima.
Le albicocche disidratate vantano un contenuto nutrizionale maggiore poiche sono private della componente idrica ma, in genere, non risultano addizionate in zucchero (invece utilizzato nella produzione della frutta candita); per contro, molti produttori fanno uso di additivi alimentari tipo solfiti quali potenti antiossidanti contro l'imbrunimento della frutta.


Composizione nutrizionale delle Albicocche - Valori di riferimento delle Tabelle di Composizione degli Alimenti INRAN


Composizione nutrizionale per 100 grammi di parte edibile Albicocche, sciroppate:

Parte edibile 100,0% Acqua 80,0g Proteine 0,4g Lipidi TOT 0,1g Acidi grassi saturi - g Acidi grassi monoinsaturi - g Acidi grassi polinsaturi - g Colesterolo 0,0mg Carboidrati TOT 16,1g Amido 0,0g Zuccheri solubili 16,1g Fibra alimentare 0,9g Energia 63,0kcal Sodio 10,0mg Potassio 150,0mg Ferro 0,2mg Calcio 19,0mg Fosforo 8,0mg Tiamina 0,01mg Riboflavina 0,01mg Niacina 0,30mg Vitamina A 26,0µg Vitamina C 5,0mg Vitamina E - mg