Acido lattico nel sangue


Introduzione: cos'e, ma soprattutto, perche viene prodotto acido lattico dalle cellule?

L'cellule che ricavano energia attraverso la ciclo di Krebs e pertanto costituisce una tappa fondamentale della piruvato? Semplice, QUANDO la richiesta energetica e impellente e/o la disponibilita di ossigeno scarseggia si verifica un accumulo di NADH nel ciclo di Krebs (NAD ridotto); di conseguenza, la glicolisi anaerobia aggiunge un ulteriore passaggio: il trasferimento di un catione idrogeno dal NADH al piruvato che diventa acido lattico. La produzione di acido lattico costituisce il metodo piu veloce per continuare a ricavare energia qualora il capillari e si riversa nel torrente circolatorio raggiungendo in breve tempo il fegato, che lo utilizza per ricavarne nuovamente del piruvato e poi glucosio (neoglucogenesi o muscolare striato; questo avviene di conseguenza alla grande richiesta energetica necessaria agli sforzi atletici e sportivi, sia prolungati e oltre creatin fosfato - CP).

Oltre all'attivita fisica intensa, esistono altre cause di produzione e accumulo di acido lattico; alcune di esse sono:

  • Tumore
  • AIDS
  • Assunzione di farmaci biguanidi (ANTI-iperglicemizzanti)
  • Idiopatica (della quale non si conoscono le cause)
  • Malattie mitocondriali (genetica)
  • Ingestione eccessiva di alcol (nella quale i meccanismi tampone non sono in grado di sopperire alle necessita dell'acidosi)
  • Anemia
  • Cirrosi epatica (mancata funzionalita del fegato di svolgere la neoglucogenesi)
  • Diabete
  • edema polmonare, ostruzione fisica delle vie aeree ecc., determinando una riduzione significativa della ventilazione-perfusione, quindi dell'ossigenazione periferica. In tali circostanze, TUTTI i distretti carenti di ossigeno cercano di arrangiarsi ripristinando il NAD per mezzo della lattico deidrogenasi (produzione di acido lattico dal piruvato); ecco spiegato per quale motivo, nelle crisi respiratorie, avviene un'impennata dell'acido lattico sanguigno, a volte seguita dal black-out ipossico, o peggio, da uno stato sincopale.

    Curiosita...


    Abbiamo gia anticipato che l'acido lattico viene secreto in maggiori quantita in caso di richiesta energetica eccessiva per il aerobico o per carenza di ossigeno ai tessuti; ma sommando entrambe le variabili, cosa accadrebbe? Non e difficile comprendere che, tra le persone comuni, si tratta di un'eventualita piu unica che rara... eppure alcuni vi si espongono volontariamente, ripetutamente e con entusiasmo! E' il caso degli apneisti subacquei.
    L'apnea subacquea, nelle discipline dell'assetto costante e dell'apnea dinamica, prevede un sforzo muscolare relativamente intenso (differente tra le due specialita) MA SEMPRE in assenza di ventilazione polmonare; non a caso, nell'allenamento di queste discipline, le componenti di produzione e tolleranza al soglia aerobica del soggetto, ovvero il punto oltre al quale l'acido lattico inizia ad accumularsi nel sangue; la soglia aerobica viene fatta coincidere a livelli di lattacidemia pari a 2-2.5 mM/l; in questa fase la miscela energetica consumata dall'atleta e in prevalenza lipidica (negli atleti allenati) e l'intensita dell'esercizio puo essere mantenuta a lungo (diverse ore), poiche l'aumentata acidita del sangue viene compensata da un aumento dell'attivita ventilatoria. Il secondo punto di deflessione rappresenta invece la fibrocellule muscolari, in particolare quelle rosse per riconversione del lattato in piruvato), in altri tessuti (come quello cardiaco, in grado di utilizzare DIRETTAMENTE il lattato stesso), o nel fegato per neoglucogenesi.
    Contrariamente a quanto molti ANCORA credono (si tratta di un banalissimo luogo comune), RARAMENTE l'acido lattico ristagna in circolo o nei tessuti per piu di 2 ore dopo la sua liberazione; infatti, nella maggior parte dei casi, le sue concentrazioni (per elevate che siano) vengono nettamente ridotte entro 60' dal termine degli esercizi. Pertanto, i dolori accusati in seguito ad esercitazioni super intense, sono dovuti esclusivamente a microlesioni del tessuto muscolare e dallo stimolo simil-infiammatorio che queste esercitano sulle terminazioni nervose.
    La capacita di smaltire l'acido lattico e ALLENABILE e dipende essenzialmente da fattori biochimici-enzimatici, muscolari ed epatici.
    Per contrastare l'abbassamento del pH esiste anche un sistema di contrasto dell'acidita cellulare e sanguigna, ovvero il sistema tampone; questo si basa essenzialmente sulla secrezione di bicarbonato/acido carbonico che, grazie alle sue peculiarita chimiche, tampona gli ioni idrogeno (H+) liberati dalla dissociazione dell'acido lattico circolante con produzione di anidride carbonica (CO2, successivamente espulsa mediante la ventilazione polmonare) ed bicarbonato di sodio (prodotto domestico) viene considerato tutt'ora un integratore alimentare che contrasta l'acidosi sanguigna; tuttavia, pur avendo dimostrato alcuni effetti positivi, presenta anche effetti negativi di non trascurabile entita; per approfondimenti, si legga l'articolo: Rimedi Acido Lattico - Integratori, Dieta.